V DOMENICA DI PASQUA

“Io, Giovanni, vidi un cielo nuovo e una terra nuova: il cielo e la terra di prima infatti erano scomparsi e il mare non c’era più. 
E vidi anche la città santa, la Gerusalemme nuova, scendere dal cielo, da Dio, pronta come una sposa adorna per il suo sposo” (Ap 21,1-2).

 

 

“Alle volte sarei tentato di preoccuparmi, ma non posso né devo.

Mi attende il Paradiso!

Potessi in questo tramonto dilatare il mio povero cuore per amare di più, consolare di più, darmi realmente tutto a tutti!”

(p. Giovanni Bozzo, Diari)

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando su questo sito Web, accetti il nostro utilizzo dei cookie.